Andrea Piani Blog

Sviluppatore App iOS e Android, Hacker Etico

Privacy

Utilizzare una VPN o la rete TOR: Qual è la scelta migliore per l’anonimato sul Web?

Le tecnologie si evolvono a un ritmo rapido e con esse cresce la necessità di proteggere la nostra privacy online. Due delle opzioni più popolari per garantire l’anonimato sul Web sono l’utilizzo di una rete Virtuale Privata (VPN) o della rete The Onion Router (TOR). Ma quale tra le due offre una protezione migliore? E come si differenziano? Questo articolo mira a rispondere a queste domande.

## Cos’è una VPN?

VPN è l’acronimo di Virtual Private Network. Questa tecnologia crea un tunnel crittografato tra il tuo dispositivo e un server remoto gestito dal servizio VPN. Il tuo traffico Internet viene instradato attraverso questo tunnel, il che significa che i dati che invii o ricevi sono nascosti agli occhi esterni. Inoltre, la tua posizione IP appare come quella del server VPN, nascondendo la tua posizione geografica reale.

## Cos’è la rete TOR?

TOR, acronimo di The Onion Router, è un network distribuito di server volontari (o nodi) che aiuta a mascherare la tua identità online inviando il tuo traffico Internet attraverso una serie di tali nodi prima di raggiungere la sua destinazione finale. Il nome “Onion Router” deriva dal concetto di “layering” utilizzato nel processo di trasmissione dei dati, simile agli strati di una cipolla.

# La Rete TOR: Come Funziona il Router a Cipolla per l’Anonimato Online

TOR, acronimo di The Onion Router, è una rete di server distribuiti in tutto il mondo che consente agli utenti di navigare su internet in modo anonimo. Ma come funziona esattamente la rete TOR? Questo articolo esplora nel dettaglio la struttura e il funzionamento di questa rete.

## Il principio del “Routing a Cipolla” che utilizza la rete Tor

Il nome “The Onion Router” si riferisce al metodo di “routing a cipolla” utilizzato da TOR per criptare e decriptare i dati che viaggiano attraverso la sua rete. Il concetto è simile a come si sbuccia una cipolla, strato dopo strato.

Quando si invia un pacchetto di dati attraverso la rete TOR, il pacchetto viene criptato in strati multipli. Ogni nodo (o server) lungo il percorso “sbuccia” uno strato di criptazione per rivelare a quale nodo dovrebbe inviare il pacchetto successivo. In questo modo, ogni nodo lungo il percorso conosce solo il nodo precedente e il nodo successivo, ma non l’origine completa o la destinazione finale del pacchetto. Questo metodo garantisce l’anonimato dell’utente.

## Come funziona la Rete TOR

Vediamo passo dopo passo come funziona il processo:

1. **Selezione del percorso**: Quando inizi a utilizzare TOR, il tuo client TOR seleziona casualmente una serie di nodi (generalmente tre) dalla lista di nodi disponibili nella rete TOR. Questo percorso, o circuito, è il percorso che i tuoi dati seguiranno attraverso la rete TOR.

2. **Costruzione del circuito**: Il tuo client TOR stabilisce una connessione criptata con il primo nodo (o nodo di ingresso) nel circuito. Il nodo di ingresso conosce il tuo indirizzo IP, ma non la destinazione finale dei tuoi dati.

3. **Inoltro dei dati**: Il tuo client TOR cripta i tuoi dati in strati, con un livello di criptazione per ogni nodo nel circuito. Il nodo di ingresso “sbuccia” il primo strato di criptazione e invia i dati al nodo successivo nel circuito.

4. **Ripetizione del processo**: Questo processo si ripete con ogni nodo lungo il percorso. Ogni nodo “sbuccia” uno strato di criptazione e passa i dati al nodo successivo.

5. **Nodo di uscita**: L’ultimo nodo nel circuito, noto come nodo di uscita, rimuove l’ultimo strato di criptazione e invia i dati alla loro destinazione finale. Il nodo di uscita conosce la destinazione dei dati, ma non la loro origine.

## Considerazioni sulla Sicurezza

Nonostante il suo avanzato sistema di criptazione, TOR non è completamente sicuro. Il nodo di uscita può vedere i tuoi dati se non sono criptati. Per questo motivo, è importante utilizzare sempre connessioni HTTPS sicure quando si utilizza la rete TOR.

Inoltre, mentre TOR nasconde la tua attività dai tuoi fornitori di servizi

Internet e dai siti web che visiti, non nasconde il fatto che stai utilizzando TOR. In alcune regioni o reti, l’uso di TOR potrebbe attirare l’attenzione indesiderata.

La rete TOR è uno strumento potente per l’anonimato online. Con il suo unico metodo di “routing a cipolla”, TOR nasconde l’origine e la destinazione dei tuoi dati, permettendoti di navigare su internet senza lasciare traccia. Tuttavia, come ogni strumento, è importante utilizzarlo in modo responsabile e comprendere i suoi limiti. Ricorda sempre di utilizzare connessioni sicure e di essere consapevole delle leggi e delle normative locali quando utilizzi TOR.

## VPN vs TOR: Una questione di privacy e velocità

### Privacy

Sia le VPN che TOR offrono un buon livello di privacy, ma funzionano in modi leggermente diversi.

Una VPN crittografa i tuoi dati e li invia attraverso un server remoto, nascondendo la tua attività e posizione IP. Tuttavia, il provider di VPN ha accesso ai tuoi dati, il che potrebbe essere un problema se non si tratta di un provider fidato. Alcuni provider di VPN conservano i log delle attività dei loro utenti, e in alcuni casi, potrebbero essere costretti a condividere questi dati con le autorità.

D’altra parte, TOR crittografa i tuoi dati molte volte e li invia attraverso diversi nodi in tutto il mondo. Questo processo rende molto difficile, se non impossibile, per chiunque tracciare la tua attività online. Tuttavia, l’ultimo nodo nel circuito TOR (chiamato exit node) può vedere i tuoi dati se non sono crittografati.

### Velocità

In termini di velocità, le VPN sono generalmente più veloci di TOR. Poiché TOR instrada i dati attraverso una serie di nodi in tutto il mondo, il processo può rallentare notevolmente la tua connessione Internet. Le VPN, d’altra parte, tendono ad avere una minore latenza e possono offrire velocità di connessione più elevate, specialmente se il server VPN è geograficamente vicino a te.

## Conclusione : meglio Tor o una VPN per l’anonimato on-line ?

Sia una VPN che TOR hanno i loro pro e contro quando si tratta di garantire l’anonimato online. Se stai cercando una soluzione più user-friendly e veloce, una VPN potrebbe essere la scelta

giusta per te. Se, invece, la tua priorità è la massima privacy possibile, anche a scapito della velocità, allora TOR potrebbe essere la scelta migliore.

È importante notare che nessuna di queste opzioni garantisce un anonimato totale. Entrambe dipendono da vari fattori, come la forza della tua password, l’affidabilità del tuo provider VPN, e la sicurezza del tuo dispositivo.

Ricorda anche che, sebbene sia VPN che TOR possano aiutarti a proteggere la tua privacy online, nessuno dei due dovrebbe essere utilizzato per attività illegali. L’anonimato online non è un pretesto per violare la legge.

In conclusione, la scelta tra una VPN e TOR dipende dalle tue esigenze specifiche in termini di privacy, velocità e facilità d’uso. Fai una valutazione attenta di questi fattori prima di decidere quale opzione è la migliore per te.